venerdì 29 aprile 2016

Amazon Mechanical Turk: registrazione accettata!

Incredibile! La mia richiesta di partecipare al programma MTurk (Amazon Mechanical  Turk) era stata rifiutata nel Giugno dell'anno scorso, mi era stato detto che mi avrebbero ricontattato loro. Chi ci pensava più!

E invece sorprendentemente mi è arrivata un'email dove mi avvisavano che la mia domanda era stata accettata e se volevo potevo completare la registrazione.

Mi sono registrata solo ieri, per cui ancora non ho visto molto. Ho già svolto alcuni task (ce ne sono tantissimi tra cui scegliere). Come al solito non vengono pagati tantissimo, ma ne ho provati diversi e se qualcuno non è per niente conveniente perché richiede troppo tempo per essere completato, altri invece sono facili e veloci.

Alcuni esempi:
- da un sito web bisogna risalire alla pagina Facebook e trovare il n. dei "like" e mese/anno dell'ultimo post;
- tra due video scegliere quello la cui videocamera non è in movimento;
- alcuni sondaggi;
- copiare le parole da delle immagini
e molti altri.....

Alcuni lavori richiedono una qualificazione (devo ancora vedere di cosa si tratta), ma ce ne sono tantissimi che si possono svolgere fin da subito.

I lavori sono offerti da committenti diversi, che devono approvare o meno il lavoro svolto. Metà di quelli che ho fatto ieri sono stati già approvati, l'altra metà è ancora in sospeso. Evidentemente dipende dal committente. Anche qui, si può scegliere di svolgere i lavori per i committenti che visionano il lavoro effettuato più rapidamente.

I pagamenti possono essere richiesti solo dopo 10 giorni dalla registrazione. Quindi vi saprò dire.
Comunque i soldi possono essere utilizzati solo per acquisti su Amazon, perché vengono trasferiti e accumulati sotto forma di gift card.

Aggiornamento del 10/05/2016: verificato anche il pagamento. Si può chiedere il trasferimento per qualsiasi importo al "gift card balance" di Amazon.com.
 I soldi possono essere utilizzati per acquisti su www.amazon.com, o i siti affiliati (smile.amazon.com, www.myhabit.com, fresh.amazon.com, e whispercast.amazon.com); non possono essere utilizzati su amazon.it n'è per acquistare un buono regalo.

Ho voluto dare queste informazioni perché magari chi richiede ora la registrazione potrebbe essere accettato subito senza dover aspettare un anno (quasi) come è successo a me!


Leggi post precedente

mercoledì 9 marzo 2016

Guadagnare con i referrals: si può, ma attenti alle condizioni

Molti siti offrono possibilità di guadagno con il sistema dei referrals, ovvero percentuali sul guadagno e/o bonus per le persone che si iscrivono tramite te.

Per alcuni siti si tratta di un puro e semplice bonus, dal momento che il guadagno vero si ottiene svolgendo il lavoro previsto per quel sito: ad esempio Clickworker (leggi il post: "Oggi vi parlo di Clickworker") riconosce un bonus di 5,00€ per ogni persona che si iscrive tramite te, ma solo dopo che ha guadagnato i suoi primi 10 Euro.

Per altri siti, invece, il sistema dei referrals costituisce la vera fonte di guadagno; questo perchè i guadagni personali sono talmente scarsi che non sono un incentivo sufficiente per continuare la collaborazione.
Un chiaro esempio sono i siti PTC (paid to click) di cui ho parlato in questo post "Cosa sono i siti paid-to-click (PTC)?"

Qualora si decida di aderire ad uno di questi siti, avendo bene chiaro in mente che senza referrals i guadagni si limitano a pochi centesimi al giorno, bisogna valutare attentamente le condizioni per il riconoscimento delle percentuali sui guadagni dei referrals:

  - devi guadagnare personalmente un minimo giornaliero?
  - ci sono limiti nel numero dei referrals?
  - quanti livelli ci sono? (alcuni siti riconoscono percentuali anche sui referrals dei referrals)
  - a quanto ammonta la percentuale?


Alcuni esempi tra quelli che ho provato io:

    ClixSense:
    si differenzia per iscrizione standard (gratuita) e premium (a pagamento)

    n. referrals: illimitato
    livelli: 1  (standard) - 8 (premium)
    Non è richiesta alcuna attività da parte tua
    Guadagni: da 0,002$ a 0,0001$ (standard) - da 0,004 a 0,0001 (premium) per gli ads
                      5% (standard) o 10% (premium) sulle offerte/tasks
    Bonus: 0,10$ (standard) o 0,30$ (premium) per l'iscrizione di un referral: il bonus viene riconosciuto dopo 10 giorni dall'iscrizione e solo dopo che il referral si è rivelato attivo.

    Get-Paid:
    n. referrals: illimitato
    livelli: 2
    Non è richiesta alcuna attività da parte tua
    Guadagni: tra il 10% e il 30% sui guadagni del I° livello
                      tra il  5% e il 20% sui guadagni del II° livello
    Bonus: 5 bitcoins per l'iscrizione di ogni referral

    DonkeyMails:
    n. referrals: illimitato
    livelli: 5
    Non è richiesta alcuna attività da parte tua
    Guadagni:  I° livello: 10%
                     II°livello:   5%
                     III°livello:  3%
                     IV°livello:  2%
                     V°livello:   1%
    Bonus:  no

    Neobux:
    non mi dilungo molto, perché è da molto che l'ho eliminato.  Prevedeva comunque l'accredito sui guadagni dei referrals solo per 4 o 5 specifiche pubblicità e solo se cliccavi a tua volta quelle stesse pubblicità.
    Inoltre i guadagni erano "buoni" solo sui referrals affittati, mentre per quelli diretti erano molto più bassi. (leggi post precedenti)

venerdì 26 febbraio 2016

Guadagnare con la pubblicità: Google AdSense

Tempo fa avevo parlato di alcuni modi per guadagnare con il proprio blog o sito (leggi post) tra cui Google AdSense.

All'epoca il mio blog non rispondeva ai requisiti minimi per poter partecipare, quindi non lo avevo ancora testato, ma dopo ca. 8 mesi di vita del mio blog la mia iscrizione è stata accettata.

E' un programma molto semplice e una volta impostato non serve fare più nulla. La pubblicità non è per niente invasiva (potete vedere uno degli annunci a sinistra, un altro alla fine di questo post ed un terzo a destra dopo il gadget dei "post più popolari).  Se ne possono avere infatti al massimo 3 per pagina, si possono posizionare dove si preferisce e si può perfino scegliere il tipo di pubblicità.
Perché se è vero che le pubblicità tengono conto delle preferenze dei visitatori, è anche vero che l'inserzionista (in questo caso, io) può decidere se escludere determinate categorie di annunci (ad es. annunci relativi agli incontri online, al gioco d'azzardo, etc...).

L'unica cosa da evitare è di auto-cliccare gli annunci e indurre gli altri a farlo: molti siti che si vedono in giro, infatti, cambiano la disposizione "autorizzata" degli annunci in modo che vengano scambiati per il contenuto del sito oppure fanno apparire dei pop-up che è praticamente impossibile evitare.
Oltre a violare le regole, trovo molto fastidioso quando succede perché disturbano, e non di poco, la navigazione.

Detto questo, non pensate di diventare milionari! I guadagni sono direttamente correlati al numero di visitatori del vostro sito/blog, perché si viene pagati sia per le impressioni che per i click. Quindi è importante continuare a pubblicare contenuto interessante e di qualità. E anche così è raro che qualche visitatore clicchi le pubblicità....
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...